King Crimson a Venezia: la follia del biglietto “solo ascolto”

King Crimson, leggendaria band della musica progressive britannica, sarà di scena il 27 e il 28 Luglio al Teatro la Fenice di Venezia.

"solo ascolto

Dalla fine di Novembre sul sito di Ticket One (come potete vedere nell’immagine qui sopra) si potevano acquistare i biglietti dei concerti di Venezia.
Biglietto platea? 115 €. Se sei un appassionato dei King e trovi irresistibile la fantastica cornice della Fenice, posso capire che tu li spenda.
Quello che non ero riuscito a comprendere era l’ultimo biglietto: “solo ascolto”… ed il suo costo: 46 €
Perché devo andare ad un evento live se non posso vedere chi suona? ma che senso ha? non sarebbe meglio trasmettere il live in diretta in qualche cinema?

Dopo il tam tam mediatico di questi giorni su blog e radio i biglietti “solo ascolto” sono scomparsi dal sito di Ticket One. Questo non toglie che pensare ad un offerta di questo tipo sia stata un’offesa sia per gli amanti della musica live sia per gli stessi musicisti.

Sonar 2018 – I Gorillaz nella Line Up

E’ un riferimento per gli amanti della musica elettronica dal 1994: parliamo del Sònar Festival di Barcellona, fondato dal giornalista musicale Ricard Robles e dai visual artists Enric Palau e Sergio Caballer.
Da una piccola idea il festival è diventato una tre giorni di eventi, che si svolgono di giorno e di notte, con musica elettronica ed installazioni visual. Una tre giorni che vede ogni anno esibirsi i più grandi artisti della scena mondiale e che ha visto nel 2017 123 mila visitatori.

Nel 2018 il Sònar festeggerà il 25 esimo anniversario mettendo in line up 3 nomi pazzeschi: Bonobo – Gorillaz – LCD Soundsystem .

I biglietti sono già disponibili.

Pordenone, la città del ‘The Great Complotto’ @ Antica Drogheria – 2 Dicembre

 

Una serata dedicata al movimento che nel 1977 cambiò un’intera generazione.

La rottura degli schemi portati dal punk segnò un nuovo coivolgimento giovanile e  portò alla nascita di numerosissime band e fanzine musicali.
La rivoluzione fu un vero fenomeno di massa e contaminò non solo la musica ma l’abbigliamento, la grafica, la produzione di dischi e manifesti, il modo di vivere nella società

Per celebrare i 40 anni del movimento, Porky’s International – Rock Party & Live Music e Antica Drogheria organizzano:

#Pordenone, la città del The Great Complotto

✖✖✖ 1-2-3-4-5-6……’77 ✖✖✖

a partire dalle ore 18.30:

Miss Ramone77e & Tommy Gun ai piatti
Presentazione del libro “La storia del Punk” di Stefano Gilardino Electric_performance di Miss Xox (teppista sonico ’77)

Sabato 2 Dicembre @ Antica Drogheria
Vicolo delle Acque, 10, Pordenone
Entrata Gratuita

Ricochet: David Bowie 1983

2000 copie, di cui solo 250 preordinabili: è il nuovo libro fotografico di Denis O’Regan, il fotografo che seguì David Bowie nel suo tour mondiale nel 1983. Il libro, che uscirà a Maggio del 2018, contiene foto inedite, rarità e un vinile in edizione limitata.
Il prezzo? 3000 sterline…

https://bowie1983book.com/

Di seguito alcune immagini in anteprima.

 

St. Vincent – Masseduction : Recensione

St. Vincent in Masseduction è irritante, dolce ed abrasiva

St. Vincent / Annie Clark  genera sempre una plurima serie di emozioni nei suoi dischi: ansia, dolcezza, irritazione, energia.

Questo sesto album della cantante e pluristrumentista di Tulsa non si muove dal solco tracciato nelle produzioni precedenti. Meccanica nei beat, chitarre dalla distorsione iperbolica e synth sono la base portante di Masseduction, sopra la quale la voce di Annie Clark si inerpica in virate pop deliziose.

Ballate romantiche con pianoforti e chitarre in slide fanno da contraltare a pezzi bizzarri, urlanti e addolorati. Alla base di tutto il desiderio trasgressivo ed il rifiuto romantico dovuto alla recente la rottura con la sua ex ragazza Cara Delevingne.

La produzione di Jack Antonoff porta alla creazione di un disco accattivante e sorprendente. Senza dubbio un disco abrasivo, da ascoltare in loop

Stranger Things : è uscita la soundtrack della seconda stagione

In Italia la stiamo aspettando con trepidazione e da questa sera ripartirà: alla seconda stagione di Stranger Things mancano solo poche ore.

Perfetta ambientazione anni 80, riprodotta fedelmente anche con l’aiuto di una tecnologia innovativa che permette di vedere in alta definizione con una grana tipica delle videcamere dell’epoca.

Stupenda anche la colonna sonora. Ad accompagnare i ragazzi di Hawkins, Indiana, ci sono una serie di brani realizzati con i synth dell’epoca. Un viaggio tra paure, amicizia, romanticismo suonato con suoni sintetici originali.

Anticipa la seconda stagione l’uscita della colonna sonora: 34 brani realizzati sempre dai SURVIVE, che fanno da ponte tra i vecchi temi e nuovi brani che i compositori hanno dovuto realizzare per dare spazio ai nuovi elementi della seconda stagione.

Il risultato è superlativo. Anche se non siete fans della serie ve ne consiglio in assoluto l’ascolto.

 

Radiohead nella Rock’n’Roll of Fame?

E’ stata annunciata la lista dei candidati ad entrare nella Rock’n’Roll of Fame nel 2018. L’ingresso nel museo di Cleveland è annunciato ogni anno, ad Aprile, con una cerimonia a New York,  ed è riservato agli artisti (e non solo) che hanno influenzato la storia del Rock.

La prerogativa è che siano trascorsi almeno 25 anni dalla loro prima incisione. I Radiohead, che i rumors danno tra i papabili vincitori, ci entrano per un soffio, avendo pubblicato Pablo Honey il 22 Febbraio 1993.

La lista completa delle nomination per il 2018 è questa:

Bon Jovi
Kate Bush
The Cars
Depeche Mode
Dire Straits
Eurythmics
J Geils Band
Judas Priest
LL Cool J
MC5
The Meters
Moody Blues
Radiohead
Rage Against the Machine
Rufus featuring Chaka Khan
Nina Simone
Sister Rosetta Tharpe
Link Wray
The Zombies

 

 

Beck – Colors : Recensione

Beck lanciato nell’iper pop.

Il 13simo album dell’artista di Los Angeles è finalizzato, per sua stessa ammissione, a farvi canticchiare. Per raggiungere il suo obiettivo Beck si è rimesso a lavorare con Greg Kurstin, suo ex chitarrista, diventato intanto una macchina da produzione hit per artisti pop rock come Katy Perry e Adele.

Cosa ne viene fuori? Qualcosa di piacevole a dire il vero. Superato un primo iniziale disappunto per un Beck così ammiccante, poi il disco si fa ascoltare.
A dire il vero riuscirete anche ad ascoltare un po’ di Beatles in “Dear Life”, un po’ di Bruno Mars reggae mood in “No Distraction”,  e troverete,  in tutti i pezzi dell’album, un po’di riferimenti a tutto quello che passa per radio in questo momento.

A parer mio questo disco ha un po’ l’aria di essere una mezza via tra qualcosa di artisticamente consapevole ed una mezza presa per il culo all’industria discografica.

Io lo sto ascoltando volentieri comunque, se li sapete cogliere, dentro questi pezzi ci sono alcuni lampi di genio. Beck alla fine è sempre Beck.

 

Gli Smiths pubblicano una nuova edizione di The Queen is Dead

Esce, dopo più di 30 anni, una riedizione dell’album degli Smiths : “the Queen is dead” del 1986.

La nuova riedizione contiene tutti i pezzi dell’originale, album che raggiunse la posizione numero 2 della classifica inglese e che, per Rolling Stone, è il al 216 esimo posto dei migliori dischi di sempre.

La nuova edizione contiene un sacco di rarità presenti nel disco 2 ed un live a Boston dell’86 nel disco 3, oltre i pezzi originali in versione remaster nel disco 1.

Ghemon @ New Age Club (TV) 16 Dicembre 2017

“Mezzanotte” è il nuovo album di GHEMON, che ritorna dopo il grande successo di critica e pubblico del suo ultimo disco “ORCHIdee”, un album interamente suonato che ha cambiato il modo di intendere il rap e la musica black in Italia, un lavoro che lo ha portato alla creazione di un suono unico e assolutamente inedito senza termini di paragone in Italia.

Mezzanotte sarà alla prova del live il 16 Dicembre al New Age Club, per info e biglietti http://www.newageclub.it/ghemon/