“Nel Paese dei Coppoloni” il nuovo atteso progetto di Capossela

Sono andata a vedere il nuovo atteso progetto di Capossela, in una freddissima serata del nordest nonostante ciò Cinemazero la sala era soldout, immagino tutti con l’aspettativa di ascoltare gli inediti che faranno parte del nuovo lavoro discografico di Vinicio Capossela “Canzoni della Cupa” la cui uscita è prevista per il 2016. 

“Il paese dei Coppoloni” è un libro (Feltrinelli 2015), un tour (io ho avuto la fortuna di vederlo a San Daniele del Friuli) e adesso è anche un film del regista Stefano Obino, che ha già lavorato con Vinicio in occasione del reportage “Secondo me” realizzato per LaEffe.

I Coppoloni, spiega Vinicio, “…sono gli abitanti del paese di Cariano, investiti di un’aura divina perché situati in alto, più vicini al cielo ma anche alle intemperie, e perciò costretti a coprirsi bene la testa.

Vinicio viandante, o “camminante” come  preferisce definirsi, in Alta Irpina, la terra di origine dei suoi genitori, cerca di conoscere se stesso attraverso gli incontri che gli offre la vita.

 “Conosci te stesso attraverso gli altri” dice Vinicio o come recita il titolo di un album di un suo omonimoVinicius de Moraes : “La vita, amico, è l’arte dell’incontro”. Bellissima è l’immagine di lui che lungo i binari di una linea dei treni abbandonata avanza portando sulle spalle un fascio di legna, sembra un angelo con le ali.

Il Vinicio nazionale è un raccontastorie moderno, o uno storyteller come va di moda adesso; è lui che ci accompagna nel paese dei coppoloni, tra trivelle petrolifere e case abbandonate, pale eoliche e vecchie ferrovie, boschi, animali selvatici e paesaggi incontaminati e incontra persone, alla ricerca di musiche, musicanti e canti.

Le dodici “stazioni” che rimandano ai capitoli dell’omonimo libro (Il viandante, Le mamme nonne, Ciccillo, L’aufido Ofato, La ferrovia, Il paese dell’eco, Matalena, Sicuranza, Testa di Uccello, I sentieri della Cupa, La Banda della Posta, Gli sposalizi), si alternano alle immagini e alle musiche del tour realizzato con i Coppoloniin cui Vinicio si lascia anche a personali riflessioni frutto dell’incontro con musiche e musicanti.

Queste intromissioni vengono percepite però come una interruzione al racconto/viaggio di Vinicio, e pertanto una forzatura.

Il film è un viaggio nel mondo di Vinicio e lui, i luoghi e i personaggi del racconto, come Ciccillo Di Benedetto  (mito assoluto e guest star indiscussa 😉 ) ce lo fanno amare ancora di più.

La proiezione di “Nel paese dei coppoloni” inizia con l’avvertimento di restare anche per il corto “Il Pumminale” diretto da Lech Kowalski che chiude la proiezione.

Ecco … sarà stata la stanchezza..la telecamera che roteava intorno a Capossela in modo vorticoso… ma ad un certo momento ho perso i sensi per qualche secondo, direi indicatore di quanto mi sia piaciuto il corto.

Vinicio Capossela San Daniele del Friuli 2015 Il Paese dei Coppoloni
Vinicio Capossela – Foto di @eltubaro
San Daniele del Friuli 2015
Il Paese dei Coppoloni

 

Vinicio Capossela San Daniele del Friuli 2015 Il Paese dei Coppoloni
Vinicio Capossela – Foto di @eltubaro
San Daniele del Friuli 2015
Il Paese dei Coppoloni

 

Vinicio Capossela San Daniele del Friuli 2015 Il Paese dei Coppoloni
Vinicio Capossela – Foto di @eltubaro
San Daniele del Friuli 2015
Il Paese dei Coppoloni

Pubblicato da

Admin - Pinna

Admin - Pinna

Webmaster - The Great Complotto Radio