La Rivolta de La Tempesta – 3 dicembre 2016 @ Centro Socale Rivolta (VE)

 

La Rivolta de La Tempesta
Sabato 3 dicembre 2016
Centro Sociale Rivolta — Marghera (VE)
Dalle 17:00 — €15,00 — NO PREVENDITA

I protagonisti della sesta edizione del festival invernale de La Tempesta al Centro Sociale Rivolta di Marghera (Ve) saranno Mellow Mood, Tre allegri ragazzi morti, The Zen Circus, Forelock & Arawak, L I M, Sorge, Blindur, Lo Straniero, Od Fulmine, Paolo Baldini DubFiles e IOSHI. Verrà inoltre proiettato il docufilm «Paolo Baldini DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6”. Qualche giorno prima del festival sarà disponibile sui principali servizi di streaming e vendita digitali la compilation 2016 dell’etichetta. Non ci saranno prevendite, i biglietti saranno in vendita al Rivolta dalle 17:00, i cancelli apriranno alle ore 18:00, l’ingresso costerà €15,00. Come sempre l’illustrazione è di Alessandro Baronciani.

Questi gli orari:

☄ HANGAR
19:15 — 20:10 Forelock & Arawak Reggae
21:00 — 22:00 Mellow Mood
23:00 — 00:00 Tre allegri ragazzi morti
01:00 — 02:00 The Zen Circus

☄ NITE PARK
20:10 — 21:00 Blindur
22:00 — 23:00 Lo Straniero
00:00 — 01:00 Od Fulmine
02:00 — 04:00 Paolo Baldini DubFiles

☄ OPEN SPACE / CINEMA
18:00 — 19:15 Proiezione docufilm „Paolo Baldini DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6“
20:10 — 21:00 IOSHI
22:00 — 23:00 Sorge
00:00 — 01:00 L I M

☞ facebook.com/rivoltamarghera
☞ latempesta.org

Marco Paolini – Numero Primo 11 Dicembre 2016 @ Teatro Maschierini , Azzano X

Con insuperata maestria e uno stile inconfondibile Marco Paolini, coautore insieme a Gianfranco Bettin, porta in scena Numero Primo, una storia che racconta di un futuro probabile fatto di cose, di bestie e di umani rimescolati insieme come si fa con le carte prima di giocare. Ho un’età in cui non sento il bisogno di guardare indietro, di ricostruire, preferisco sforzarmi di immaginare il futuro, così farò un Album con nuovi personaggi. Parlerò della mia generazione alle prese con una pervasiva rivoluzione tecnologica. Parlerò dell’attrazione e della diffidenza verso di essa, del riaffiorare del lavoro manuale come resistenza al digitale. Parlerò di biologia e altri linguaggi, ma lo farò seguendo il filo di una storia più lunga che forse racconterò a puntate come ho fatto con i primi Album.

 

http://www.teatromascherini.it/

Live – Architects + guests @ New Age Club (5.11.2016)

 

Il tempo di Treviso, Sabato 5 Novembre, non è dei migliori; la pioggia cade copiosa, ma non scoraggia gli avventori del concerto che puntuali si presentano al New Age.
Da subito il locale appare gremito, ma fortunatamente vivibile.
La serata prende avvio con il live dei Bury Tomorrow, band di Southampton capitanata da Daniel Winter-Bates, che avevo già avuto il piacere di ascoltare nel lontano 2010.
La scaletta è breve, ma intensa. Sei pezzi tra i più famosi della band, ma nessuno proveniente dal primo album Portraits (sad Ross).
I ragazzi erano già bravi la prima volta che li ascoltai, ma l’esperienza in questo campo è una grande alleata: bei suoni, grazie anche all’ ottimo mixaggio del set, tanto cuore, espressività e tecnica che non guasta mai. La voce pulita è chiaramente udibile e non relegata nel background come spesso capita ed è un piacere ascoltarla, lo scream/growl è potente e contemporaneamente morbido e a tratti quasi dolce. Avere l’occasione di sentire live una band, diversi anni dopo averla ascoltata la prima volta, e constatarne un progresso enorme è sempre una grande soddisfazione.

La serata prosegue con gli americani Stick to Your Guns provenienti direttamente da Orange County in California. Da subito mi scatta il ludro perchè il mixaggio fa pena: la cassa della batteria praticamente non si sente, come la voce pulita e quindi, purtroppo, non mi godo a dovere il loro set anche se è innegabile siano molto bravi e coinvolgenti.

Infine, ecco arrivare gli Architects. Una sola parola può descrivere questa band: IMMENSI.
La prematura scomparsa di Tom non li ha fermati dal proseguire il tour, anzi Dan, il gemello di Tom, subito dopo la sua scomparsa ha dichiarato che avrebbero proseguito per rendergli omaggio, ma non nascondo di averli trovati particolarmente provati e in un certo senso spenti, ma sono perfettamente giustificati.

Il concerto è assolutamente magnifico, setlist ben organizzata e pubblico partecipe.
Il momento più commovente arriva al termine del set quando Sam Carter parla al pubblico e cala un silenzio assurdo, seguito da un coro che urla il nome di Tom, per poi concludere con “Gone with the wind” nella quale Sam, probabilmente, ci lascia un polmone pur di farla arrivare più in altro possibile.

Inutile dirvi che gli Architects sono ineccepibili, la loro bravura è ormai assodata da anni di carriera e di live, nonostante la tragedia che li ha colpiti hanno avuto la forza di andare avanti e mi chiedo quale altra band l’avrebbe fatto così nell’immediato.

Tre Allegri Ragazzi Morti @ Teatro Miela

I Tre Allegri Ragazzi Morti si esibiranno al teatro Miela di Trieste lunedì 31 ottobre, in occasione dell’apertura del Trieste Science+Fiction Festival. La manifestazione, dedicata alla scienza e alla fantascienza, si svolgerà dal 1 al 6 novembre nella città di Trieste ed è ormai giunta alla 16° edizione.

Davide Toffolo, cantante dei Tre Allegri Ragazzi Morti e celebre fumettista, è l’autore del manifesto ufficiale del Festival di quest’anno.

triste science fiction festival

 

Architects + guests – 5 Novembre 2016 @ New Age Club (TV)

architects
Dopo la prematura e tragica scomparsa di Tom Searle, tutti si sarebbero aspettati l’annullamento del tour da parte degli Architects.
Al contrario, con grande coraggio e forza d’animo, la band di Sheffield ha annunciato che questo triste evento non avrebbe portato alla cancellazione delle loro imminenti date, ma anzi sarebbe stata l’occasione per celebrare la vita di Tom.
Dopo questa necessaria introduzione, sono felice di annunciare che gli Architects saranno i protagonisti di una data al New Age Club il 5 Novembre per presentare il loro nuovo album “All our Gods have abandoned us”.
Come da consuetudine, sono sicura che il loro show sarà ricco di emozioni ed energia.
Vi aspetto tutti, per supportare come non mai i nostri beniamini!

5 NOVEMBRE 2016 – NEW AGE CLUB (RONCADE-TV)
Biglietti: 25€.

The Niro @ Astro Club

Venerdì 14 ottobre l’Astro Club di Fontanfredda (PN) ospiterà il concerto di The Niro, cantautore e polistrumentista romano, che in passato ha diviso il palco con nomi illustri del panorama musicale mondiale come Deep Purple, Lou Barlow, Badly Drawn Boy, Amy Winehouse, Carmen Consoli, Zephyrs, Okkerville River, Isobel Campbell, Sondre Lerche, Tom Hingley degli Inspiral Carpets, TKO, Kings of Convenience.

Davide Combusti esordisce nel 2007, con l’album in inglese, “The Niro”, mentre l’anno seguente viene premiato come Artista Rivelazione dell’Anno al Meeting delle Etichette Indipendenti. Nel 2010 viene pubblicato l’album “Best Wishes”, di nuovo cantato interamente in lingua inglese. Negli anni seguenti alterna la carriera di cantautore a quella di autore di colonne sonore (“Disoccupato in affitto” di Pietro Mereu e Luca Merloni, “Mr. America” di Leonardo Ferrari Carissimi). Il terzo album, “The Ship”, esce nel 2012, mentre l’ultimo disco di inediti, intitolato “1969”, risale al 2014 ed è il primo interamente scritto e cantato in italiano.

 

Dente – Canzoni per metà

Dente ha annunciato via Facebook l’uscita del suo sesto album, prevista il 7 ottobre per l’etichetta Pastiglie. Il disco si intitola “Canzoni per metà” e arriva tre anni di distanza dal precedente lavoro “Almanacco del giorno prima”. Il 20 ottobre l’artista inaugurerà il tour partendo da Brescia, ecco le date previste:

20/10 – Latteria Molloy, Brescia
21/10 – I Vizi del Pellicano, Correggio (RE)
22 /10 – The Cage, Livorno
29/10 – Smart Lab, Rovereto (TN)
31/10 – Eremo, Molfetta (BA)
01/11 – Deja Vu, Sant’Egidio alla Vibrata (Te)
05/11 – Lanificio 25, Napoli
09/11 – Magnolia, Milano
10/11 – Hiroshima Mon Amour, Torino
11/11 – Teatro dell’Archivolto, Genova
12/11 – Mame, Padova
18/11 – Monk, Roma
19/11 – Locomotiv, Bologna
22/11 – Teatro Cristallo, Bolzano
23/11 – Teatro Politeama, Saluzzo (Cn)
26/11 – Flog, Firenze
30/11 – Mu, Parma
02/12 – Druso, Bergamo
08/12 – Candelai, Palermo
09/12 – Retronouveau, Messina
10/12 – Ma, Catania
11/12 – Off, Lamezia Terme (Cz)
15/12 – Astro Club, Fontanafredda (Pn)
16/12 – Emporio Malkovich c/o Pika Live Club, Verona
17/12 – Bronson, Ravenna

dente

Editors @ Home Festival 2 Settembre

home editors

Foto : Home sito ufficiale

Festival perfettamente funzionante quello di Treviso che vede nella prima giornata susseguirsi di nomi validissimi sui numerosi (forse troppi…) palchi del festival. In attesa degli Editors scopro con mia somma gioia un artista che non conoscevo : Dardust. Live ipnotico e coinvolgente, con un trio molto potente e teatrale. Se avete voglia fateci un ascolto, merita.

Gli Editors si presentano sul main stage verso le 23, pubblico numeroso ma non troppo (le serate successive avranno numeri ben superiori). Live compatto, leggermente più corto del solito con la maggior parte dei brani presi dagli ultimi album della band inglese :  The Weight Of Your Love e l’ultimo In Dream.

Molta new wave 80 quindi (anche se l’ultimo album è un po’ bruttino), con il gruppo che si muove bene sul palco ed un Tom Smith che tiene bene il pubblico per tutta la durata del live. E’ però nei cavalli di battaglia che il pubblico dell’Home esplode e balla :  A Ton Of Love e Papillon sono i pezzi che tutti aspettavano.

Editors sempre validi in live : con i prezzi popolari dell’Home Festival non andavano assolutamente persi.

 

Scaletta

No Harm Sugar Smokers Outside the Hospital Doors The Racing Rats Forgiveness Eat Raw Meat = Blood Drool Formaldehyde Munich All the Kings The Pulse Ocean of Night A Ton of Love Papillon Marching Orders

Home Festival – Dall’ 1 al 4 Settembre @ Treviso

Stampa

 

Con l’annuncio dei 2Cellos si completa la line up degli headliner di Home Festival 2016. I talentuosi violoncellisti hanno da poco suonato all’Arena di Verona e si vanno ad aggiungere a Editors, The Prodigy, Martin Garrix, Eagles Of Death Metal, Fabri Fibra, Salmo, Vinicio Capossela, Max Gazzè e tanti altri.

Home ha vinto la scommessa che i suoi organizzatori hanno fatto quando si sono imbarcati in quest’avventura nel 2010: dare all’Italia un festival degno di questo nome, che seguisse le orme delle grandi manifestazioni musicali internazionali. «Partiamo così con la raffica di annunci che ci porterà a completare la line up entro l’inizio dell’estate – racconta Amedeo Lombardi, organizzatore del festival – Sarà un cast stellare, di livello internazionale. L’anno scorso abbiamo vinto la sfida del ticket, quest’anno alzeremo l’asticella della qualità musicale e artistica».

Informazioni e modalità di acquisto nella sezione “Ticket” del sito www.homefestival.eu

Home Festival 2016 programma concerti
1 settembre
Editors, 2Manydjs, Ministri, I Cani, Dardust, Selton, Vettori, Yakamoto Kotzuga

2 settembre
The Prodigy, Alborosie & The Shengen Clan, Pendulum Dj set & Verse, Modestep, Il Teatro degli Orrori, Dub Fx, Apres la Classe, Rumatera

3 settembre
Fabri Fibra, Martin Garrix, Eagles Of Death Metal, Salmo, Enter Shikari, Jauz, Gemitaiz, Bruno Bellissimo, Ackeejuice Rockers, Fred De Palma, Iosonouncane, Machweo

4 settembre
2Cellos, Vinicio Capossela, Max Gazzè, Dubioza Kolektiv, Benji & Fede, Espana Circo Este, Be Forest, Coez, Christian Effe, Damien McFly

Damian Marley – 6 Settembre @ Palasport Pordenone

Damien-Marley

 

DAMIAN “JR.GONG” MARLEY
Martedì 6 Settembre 2016, ore 21:00
Palasport Forum – Pordenone

Biglietti in vendita da mercoledì 3 febbraio sul circuito di vendita Ticketone. Damian Marley (classe 1978), conosciuto anche come Junior Gong, è cantante e musicista giamaicano. Già da bambino inizia a esibirsi come cantante nel gruppo The Shepherds, partecipando a vari spettacoli locali. Damian è ancora sui banchi di scuola quando inizia a lavorare al suo primo album “Mr. Marley” (1996), che ottiene un discreto successo. Dopo la partecipazione al Lollapalooza, che gli conferisce grande popolarità, Damian avvia proficue collaborazioni con i fratelli, ne esce “Halfway Tree” (2001), che si aggiudica il Reggae Grammy Awards. Nel 2005 esce il suo album più conosciuto “Welcome to Jamrock”, con il quale vince ben due Grammy Award, uno come “Best Reggae Album” e uno come “Best Urban/Alternative Performance”, unico artista reggae nella storia a riuscirci. Il disco totalizza un altro record, quello del maggior numero di copie vendute per un album reggae, battendo illustri colleghi come Shaggy, Sean Paul e Burning Spear. La hit “Welcome to Jamrock” è stata definita dal New York Times come la “migliore canzone di reggae del decennio” ed è stata indicata come una delle “Top 100 Songs” del decennio dalla rivista Rolling Stone. Dopo le collaborazioni con Gwen Stefani e Cypress Hill, nel 2010 viene pubblicato “Distant Relatives”, in collaborazione con il rapper Nas. Dal 2011 è un componente del supergruppo SuperHeavy con il quale pubblica l’omonimo album. Nello stesso anno collabora con il cantante hawaiiano Bruno Mars. Del 2012 è “Make It Bun Dem After Hours” in collaborazione con Skrillex, prima degli ultimi “Set Up Shop” volumi 1 e 2 del 2013 e 2014.

Per info : www.azalea.it