Subsonica – 24 Luglio @ Majano (UD)

subsonica

 

SUBSONICA
In Una Foresta Tour
55° Festival di Majano
Venerdì 24 Luglio 2015, ore 21:30
Area Concerti Festival – Majano

Sul palco di Majano la band, che ha fatto della sperimentazione musicale il suo credo, sarà protagonista di un vero e proprio trionfo di musica e tecnologia grazie alla cura maniacale del suono e delle immagini, un live intenso ed esplosivo. In scaletta ci sarà spazio per i brani storici della band e per le canzoni del nuovo album “Una nave in una foresta”, in un crescendo di emozioni ed energia, caratteristiche che hanno consacrato la band, guidata Samuel Romano, come la realtà più influente di sempre del genere rock elettronico della musica italiana.

I biglietti per il live, evento inserito nel pacchetto “Music&Live” dell’Agenzia TurismoFVG  online su Ticketone.it e nei punti autorizzati al prezzo unico di 20 Euro più diritti di prevendita.

Anushka – Broken Circuit

fb_post_anushkaSe il Guardian ti dedica spazio nella loro rubrica “New Band of the Day” significa che hai fatto colpo.

Non é un punto di arrivo, né un punto di partenza. E’ il riconoscimento di un lavoro coltivato nel tempo alla ricerca di suoni e melodie non convenzionali, e l’espressione di un’originalità che paga la sperimentazione.

Anushka é un duo di Brighton (costa meridionale inglese): Max wheeler (producer) e Victoria Port (voce) che mescolano new-electro-pop ricco di atmosfere oniriche grazie ad un timbro dolcissimo e rassicurante della Port.

Dolcissimo: infatti per il loro singolo “Never can decide” si é coniato il termine sugar-house. Uno di quei pezzi lounge da inizio sabato sera.

L’album “Broken Circuit” é uscito a fine 2014. Altamente consigliato agli amanti dei suoni elettronici.

https://www.youtube.com/watch?v=PFcbcqm3K0U
 

Slowdive – 30 Luglio @ Fiera della Musica

slowdive

Gli Slowdive sono un gruppo musicale britannico formatosi a Reading nel 1989, tra i principali esponenti del genere shoegaze. Scioltisi nel 1995 con solo 3 album studio pubblicati, si sono ricostituiti nel 2014, dopo quasi vent’anni di inattività.

Nel 2014 il gruppo si riunisce dopo vent’anni (come è successo per i My Bloody Valentine) e comincia un tour in giro per l’Europa. Neil Halstead e Rachel Goswell hanno annunciato la futura uscita di un nuovo album, composto da tracce inedite, probabilmente, ci saranno quelle presenti nell’album mai pubblicato del 1996 I Saw the Sun.

www.fieradellamusica.it

 

Matt Lewis & The Medicine

mattlewisbandLa musica riserva sempre delle sorprese. La musica indie riserva quelle più inaspettate, perché non é cosa da poco che musicisti con la sola forza della passione riescano ad avere un seguito di fedelissimi per anni grazie ai loro live ed all’entusiasmo costante della loro proposta.

La storia di Matt Lewis é emblematica: Matt é un musicista che si propone da ben otto anni, e che é riuscito a vendere 10.000 dischi senza supporto di alcuna etichetta.

Al di lá dei numeri, la Matt Lewis Band merita di emergere per l’unicità di uno stile che spesso mischia Freestyle/hip-hop con sonorità tipicamente folk (ascoltate Killing Time e Head Games).

Le atmosfere acustiche fanno da padrone: chitarre, banjo, basso ed una batteria fuori schema che segue lo scat  di un’imprevedibile voce coinvolgente e pimpante.

Ma non finisce qui perché la band riesce a cambiare volto, e sfornare un classico cantautorato statunitense denso di calore ed emotività (come nel brano che trovate su youtube).

I paragoni con Ben Harper, Jack Johnson o John Mayer sono eccessivi; ma se vi piace il genere, non potete perderli. Cercateli su Spotify!!!

https://www.youtube.com/watch?v=N_sWh7Y7BIw

Bob Dylan – Sabato 27 Giugno @ Stadio Zanussi (San Daniele del Friuli – UD)

bob-dylanSabato 27 giugno, Bob Dylan inaugura ad Aria di Friuli Venezia Giulia il suo attesissimo tour italiano!Non si può definire semplicemente un concerto l’appuntamento in programma per fine giugno a San Daniele del Friuli per la prima tappa italiana del tour 2015 di Robert Allen Zimmerman, meglio conosciuto come Bob Dylan.
Sabato 27 giugno vivremo un momento che resterà nella storia di questa regione. Dylan è infatti uno più importanti personaggi a livello internazionale sul fronte musicale, certamente, ma anche della cultura popolare e della letteratura mondiale. Scrittore, poeta, attore, pittore e scultore, il cantautore americano è una figura chiave del movimento di protesta degli anni sessanta. Le sue canzoni sono diventate dei veri e propri inni della lotta per i diritti civili e contro le guerra. Vi aspettiamo a San Daniele del Friuli per vivere un’emozione unica e indimenticabile.Sabato 27 giugno, ore 21.30, Stadio Zanussi, San Daniele
Prevendita biglietti su Ticketone
www.ticketone.it

(tratto da http://www.ariadifriuliveneziagiulia.it/2015/04/bob-dylan-in-concerto-aria-di-grande-folk-rock/)

Recensione – “NESSI” di e con Alessandro Bergonzoni – Teatro Verdi – 10/04/15 – Massimo Adolph Nutini

Bergonzoni

 

 

Forse non sono adatto a parlare di Bergonzoni; sono talmente affascinato dalla sua arte che temo di non essere obiettivo.

L’avevo conosciuto come tutti, in tv. E già lì mi aveva davvero deliziato e incuriosito, esemplare così raro e diverso.

Mi colpì poi la prima volta che lo vidi dal vivo, a PordenoneLegge. E quasi mi commosse con le sue belle osservazioni esistenziali, nascoste sotto l’intreccio magico dei mille calembour.

Poi vidi il suo precedente spettacolo, URGE, ed ora eccoci a NESSI, il quattordicesimo della sua carriera.

Il palco è spoglio. Solo un cerchio di metallo, un grande cerchio sospeso in alto, e tre diverse incubatrici, sì le incubatrici da ospedale. Lui, come sempre, solo sul palcoscenico, con le mani infilate in una incubatrice, che porta in giro sulle rotelline.

Ma all’inizio un divertente prologo, a luci spente, nel buio assoluto. Una specie di surreale telefonata, piena di qui pro quo e finta quotidianità.

Poi ecco che il fiume comincia  a scorrere, a fluire, a ingrossarsi, a accarezzare i nostri sorrisi e il nostro profondo. Sì, perché con Bergonzoni si ride. E molto. Però definirlo comico è davvero poco. Il suo pregio maggiore è riuscire a farci sorridere l’anima e farcela incuriosire. Farci trovare nuovi collegamenti, nuove aperture. Nessi, appunto.

Come lui dice: “Fate Nessi con chi vi sta accanto”.

E l’avventura, la storia, continua in ogni disparato meandro del vissuto, giocato, come nel suo stile, sulle assonanze e sulle modifiche lessicali, ma mai inutilmente, mai solo per strappar una risata: ogni suo gioco diviene una chiave, una porta, un nesso, che ci fa arrivare a qualcos’altro.

Cos’altro? Una bellissima, accorata, disperata critica del nostro vivere superficiale e omologato. Una fotografia nitida del nostro non sapere, non voler vedere, capire, cambiare.

Si esce dopo un’ora e mezza in cui il nostro cervello è messo alla prova dalle centinaia di giochi e battute, ma la nostra anima è rinfrancata da qualcuno che dice spesso quello che vorremmo dirci ma che, per pigrizia o per comodità, finiamo quasi sempre per nasconderci.

Grazie Alessandro. Ci hai messo il tuo cuore anche stavolta. E anche stavolta il mio applauso è forse troppo poco.

 

Massimo Adolph Nutini

 

 

Copyright TheGreatComplottoRadio 2015

 

 

 

Recensione – Tre Allegri Ragazzi Morti @ Salumeria Della Musica – Milano

20150415_22044915 aprile
Salumeria della musica
Milano

Il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti unplagged alla Salumeria della musica di Milano è stata una bella scoperta.
Per chi come me non aveva mai sentito dal vivo il gruppo sarà sicuramente una serata da ricordare. Il feeling che il gruppo ha con il pubblico è davvero invidiabile per molti altri artisti dello stesso genere.

La serata è stata aperta da Lucio Corsi, ragazzo toscano dal corpo esile, che con molto coraggio ha affrontato il palco con una chitarra e tante cose da raccontare.

I Ragazzi Morti si presentano sul palco proponendo un tour unplagged “per cantare più forte del cantante”, queste le parole di Toffolo. I brani scorrono veloci, senza sosta, quasi frenetici nella loro presentazione. Il pubblico canta davvero tutti i brani portati dal gruppo, presi dall’ultimo album e non solo. Molte sono infatti le canzoni meno recenti portate sul palco, con grande apprezzamento dei fan più affezionati. C’è spazio anche per l’ultima novità del gruppo, la cover degli amici siciliani Pan Del Diavolo.

Toffolo tra i vari cambi di maschere interagisce molto con il pubblico accorso al locale fino a renderlo pieno da sold out. Il tipico siparietto che ormai da anni il gruppo porta avanti prima dell’encore finale si protrae per qualche minuto, coinvolgendo ogni persona presente e creando quel clima di amicizia e intimità che contraddistingue questo tipo di eventi.

Inizia oggi il tour italiano di Jack Savoretti

Jack Savoretti_ live Trieste_ pic Simone Di LucaParte oggi dall’Italia il nuovo tour di Jack Savoretti. Considerato da pubblico e critica una delle più interessanti novità della scena musicale internazionale, è stato paragonato a una star come Bob Dylan, ha conquistato star mondiali come Bruce Springsteen e Neil Young aprendo i loro concerti a Londra ad Hyde Park, Paul McCartney lo ha chiamato negli Abbey Road Studios, assieme a Johnny Depp, Kate Moss, Gary Barlow dei Take That e tanti altri, per registrare il video del brano “Quennie Eye” e con l’uscita del nuovo album è stato accostato a Paolo Nutini e George Ezra, due dei più importanti artisti della scena musicale britannica contemporanea. Il nuovo disco “Written In Scars” è stato accolto in maniera entusiastica dalla critica e dal pubblico di tutta Europa, inclusa l’Italia, dove il primo singolo “Home” è stato uno dei brani più trasmessi dalle radio nazionali nei primi mesi dell’anno. Cresce dunque in maniera costante la fama di Jack Savoretti anche nel nostro paese: dopo aver ricevuto gli apprezzamenti delle nostre star, Elisa e Laura Pausini su tutte, ora sta conquistando anche il pubblico italiano che gli ha permesso di vincere l’Onstage Award nella categoria “Migliore nuova proposta internazionale” davanti a Stromae, Ed Sheeran, George Ezra, Miley Cyrus e Chet Faker.

Dopo il grande successo del tour nel Regno Unito, che ha registrato una serie di soldout in tutti i principali club e si è concluso con un trionfale concerto a Londra nello storico O2 Shepherd’s Bush Empire a inizio marzo, ecco il grande ritorno in Italia: oggi la prima data a Treviso e domani, sabato 18 aprile (apertura porte ore 19:30, inizio concerto ore 21:00), il tour farà tappa al Teatro Miela a Trieste, tornando dunque nel capoluogo giuliano dopo il grande successo dello scorso ottobre in Piazza Unità d’Italia per la Barcolana. Sul palco anche un giovane cantautore triestini: aprirà la serata The Leading Guy, il progetto solista di Simone Zampieri alla ricerca di una conversazione intima e personale con l’ascoltatore, cantando e suonando in maniera diretta, emozionale e rifacendosi alla tradizione folk e alla necessità di raccontare tra le note di un brano personaggi, storie e memorie che rischierebbero altrimenti di sfumare via.

Gli ultimi biglietti disponibili (ingresso unico 20 euro) per il concerto, organizzato dall’Associazione Altramusica in collaborazione con Trieste is Rock, sono ancora acquistabili nei punti vendita autorizzati e alle biglietterie del Teatro Miela. Info su www.altramusica-drugamuzika.com e
www.miela.it.  

www.jacksavoretti.com

(comunicato stampa)

PATTI SMITH – 1 Agosto @ Villa Manin (Codroipo)

patti-smith-concerti-italia-2013

 

PATTI SMITH AND HER BAND
Perform Horses, 1975-2015
Concert For Pasolini
Sabato 1 Agosto 2015, ore 21:30
Cortile d’Onore Villa Manin – Codroipo

«Un meraviglioso spirito rivoluzionario, figlio di questa terra». Solo pochi mesi fa, con queste parole, PATTI SMITH, autentica leggenda e icona rock in tutto il mondo, descriveva PIER PAOLO PASOLINI durante un incontro con gli studenti a Udine al Liceo Percoto, prima del concerto memorabile di quella sera del 5 dicembre in un Teatro Nuovo Giovanni da Udine esaurito in ogni ordine di posti, in cui l’artista ha omaggiato nuovamente la figura del poeta dedicandogli la bellissima “My Blakean Years”. Nell’anno del 40° anniversario della morte di Pasolini non poteva esserci miglior interprete per un grande evento musicale in sua memoria, sarà proprio la sacerdotessa del rock, Patti Smith, la protagonista del “CONCERT FOR PASOLINI”, che si terrà sabato 1 agosto (ore 21:30) nella cornice di Villa Manin nel Cortile d’Onore a Codroipo (Udine), che torna teatro di eventi musicali di livello internazionale.

Organizzato da Zenit srl in collaborazione con l’Azienda Speciale Villa Manin, la Regione Friuli Venezia Giulia, e il Centro Studi Pier Paolo Pasolini, il “Concert for Pasolini” si pone l’obiettivo di omaggiare la sua figura attraverso il linguaggio della musica, affidato a un’artista che da quarant’anni comunica con la sua meravigliosa arte e che in più occasioni ha dato dimostrazione di conoscere e stimare non solo il poeta, scrittore, regista ed editorialista, ma anche l’uomo, Pasolini.

Paolo Nutini – 23 Giugno @ Piazza Unità D’Italia (TS)

Nutini

 

 

PAOLO NUTINI

Live in Trieste
Martedì 23 Giugno 2015, ore 21:30
Piazza Unità d’Italia – Trieste

L’estate scorsa è stato protagonista dei principali festival musicali europei (Glastonbury, BBC Big Weekend, Pinkpop, T in the Park), in autunno ha invece continuato il tour in tutte le arene più importanti del mondo, regalando a Milano un concerto che, come ha affermato Soundblog «L’ha consegnato all’Olimpo delle vere stelle della musica»; ora è in nomination tra i “British Male Solo Artist” ai BRITS 2015.

Il suo marchio di fabbrica è inconfondibile: una voce bassa e roca ma piena di passione e grinta, un sound carico di funk, blues e soul e canzoni anticonformiste, che spesso prendono direzioni musicali imprevedibili.

E Caustic Love, il suo terzo album ne è la dimostrazione: da Scream (Funk My Life Up), al singolo Let Me Down Easy, da One Day a Fashion (cantata con Janelle Monae), Paolo ha dimostrato di saper spaziare sapientemente tra i vari generi musicali.

 

www.azalea.it