September Fest – 12 e 13 Settembre – Parareit – Cordenons

Kactus_Logo1Il 12 e 13 Settembre al Parareit di Cordenons (PN) avranno luogo due giornate del festival che già da anni unisce persone di tutte le età e che offre un’ampia scelta di spettacoli. Dal teatro per bambini, passando per performance e mostre fotografiche, fino ad arrivare ai concerti di artisti tra i più seguiti e importanti del momento. Il tutto immerso nella natura e arricchito da fornitissimi chioschi enogastronomici con prodotti locali delle aziende del territorio, preparati con cura della Pro Cordenons. ENTRATA GRATUITA

www.kact-us.com www.
facebook.com/associazionekactus

 

 

Segui l’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/497751317037449/

https://www.youtube.com/watch?v=107yc35Q9QQ&feature=youtu.be

Di seguito il programma del Festival

 

Venerdi’ 12 Settembre:

23:30 Maria Antonietta – Italia (indie rock,pop)

– Proiezione cortometraggi a cura di FMK e Cinemazero

22:30 Kristal and Jonny Boy – Svezia (dream pop)

– Performance del coro “I Fantasmi”

21:30 The Rootical Dubwise session – Italia (dub)

– Letture erotiche della compagnia Stone Cold Surrender

20:30 These Foolish Things – Italia (rock)

DJ set a cura di Enrico Sist

MARIA ANTONIETTA radioKJB_Foto 1 radioTheRooticalDubwiseSession radiofoolish radio

 

 

 

 

 

Sabato 13 Settembre

23:30 Gazebo Penguins – Italia (post-hardcore)

– Proiezione cortometraggi a cura di FMK e Cinemazero

22:30 Espana Circo Este – Italia (balkan,folk,world)

– Spettacolo teatrale “Titeres” a cura dell’associazione 99mq

21:30 Panda Kid – Italia (tropical wave)

– Proiezione cortometraggi a cura di FMK e Cinemazero

20:30 Harakiri Bomb – Italia (garage rock)

DJ set a cura di Wolf

gazzebo radioespana_circo_este radiopanda radioOK_harakiri radio

 

 

 

 

 

Durante i 2 giorni del festival verranno proiettati cortometraggi d’autore in collaborazione con FMK -International Short Film Festiva e Cinema Zero.   Mostre e installazioni: Mostra fotografica “E’ la polaroid,bellezza” del pordenonese Paolo Ciot (DIzio) Installazione artistica “Noise memory”di Davide Nardo (Pighi) Videoproiezioni a cura di Massimo Carnelos Potrete trovare ogni giorno ottimi chioschi enogastronomici curati dall’associazione PRO CORDENONS. http://www.procordenons.it/ September Fest fa parte del progetto VIBRACTION,che sostiene e promuove i migliori eventi culturali nella provincia di Pordenone. http://www.vibraction.it/ vibraction

Maria Antonietta @ Apartaménto Hoffman 05.04.14

Maria Antonietta SassiMaria Antonietta arriva sul palco dell’Apartaménto Hoffman con il nuovo album “Sassi”, uscito per l’etichetta La Tempesta, e una cosa è sicura: o la ami o la odi, ma di certo questa ragazza dai capelli rossi non lascia indifferenti.

Maria Antonietta è uno scricciolo di donna con la voce da bambina, saluta e ringrazia in modo timido ed infantile e fa quasi tenerezza. Poi prende in mano la chitarra e si trasforma in pura dinamite, le canzoni del nuovo album si susseguono rapide e tese, i riff di chitarra sono violenti ed energici, quasi isterici. La ragazza dai capelli rossi non sembra più una bambina, ma è una donna dallo sguardo un po’ allucinato che urla tutta la sua rabbia nel microfono e parla di sé in un modo unico, talmente forte e diretto da sembrare prepotente.

Dal vivo le canzoni si arricchiscono della potenza dell’interpretazione, brano dopo brano Maria Antonietta si spoglia e mette a nudo le proprie emozioni in un vortice fatto di punk, garage, blues e melodie anni ’60. Alterna i brani dell’ultimo lavoro a quelli meno recenti, ma a stento si riesce a riconoscerli: i pezzi, da “Maria Maddalena” a “Con gli occhiali da sole”, sono trasformati, riarrangiati e ricantati con un umore diverso, una bella prova di creatività che non manca di stupire il pubblico. Quando Maria Antonietta scende dal palco e qualcuno chiede timidamente un bis, lei ci strega con una versione acustica di “Saliva”, intima e scarna, “Quanto eri bello” e chiude sulle note sincopate di “Alla felicità e ai locali punk” mixata con “Burnin and lootin tonight” di Bob Marley. Wow!