Trieste Film Festival in corso: i primi giorni di proiezione

teo women - due donne.1Si è aperto venerdì scorso, 16 gennaio il Trieste Film Festival, il principale appuntamento italiano con il cinema dell’Europa centro-orientale, iniziato nel pomeriggio con l’omaggio a Věra Chytilová (scomparsa nel marzo scorso) tramite il film SEDMIKRÁSKY (Le margheritine), uno dei film chiave della Nová Vlna ceca e il documentario AL DOILEA JOC del noto regista romeno Corneliu Porumboiu. L’inagurazione ufficiale è avvenuta la sera con l’anteprima internazionale di DVE ŽENŠČINY (Due Donne), della regista russa Vera Glagoleva, presente al festival.
Il film, interpretato dal celebre attore inglese Ralph Fiennes e dall’attrice francese Sylvie Testud, sontuosa produzione in costume tratta dalla pièce teatrale di Turgenev “Un mese in campagna”, ci immerge nella Russia di metà Ottocento, nella tenuta di un ricco proprietario terriero, dove l’amico di famiglia Rakitin (un sempre magistrale Ralph Fiennes che per l’occasione ha anche imparato il russo) torna da un viaggio all’estero trovando gli animi femminili in subbuglio per colpa di un insegnante privato assoldato per l’estate. La padrona di casa Natal’ja (un’intensa Anna Astrachanceva) e la sua figliastra Vera (Anna Levanova, giovane e talentuosa)si innamorano perdutamente del giovane (Nikita Volkov), ignaro di aver creato tanto scompiglio.
La pellicola, di nome e di fatto perché il film non è stato girato in digitale, gode di una strepitosa fotografia elaborata da Gints Berzins e rimane molto fedele all’originale destinazione teatrale del testo rispetto a dialoghi e movimenti dei personaggi, e se non fosse per la macchina stretta sui volti dei personaggi e sulle lunghe carrellate nella campagna e nei boschi circostanti la tenuta, ci dimenticheremmo di star guardando un film e non una pièce teatrale con continue entrate e uscite di scena.

Subito dopo per la sezione Tff Art&Sound, Sky Arte HD ha presentato una produzione originale del canale: PIERO CIAMPI-POETA, ANARCHICO, MUSICISTA di Marco Porotti, presente anch’egli in sala. Il documentario è un ritratto del cantautore livornese a trentacinque anni dalla sua scomparsa, trasmesso in prima visione su Sky Arte HD lunedì 19 gennaio alle 22.10. A parlare di lui c’è il cantautore Bobo Rondelli che dà vita a un racconto intimo di Ciampi, mentre cammina per le vie di Livorno, leggendo le sue interviste, le sue lettere d’amore, le sue poesie e le dichiarazioni rilasciate dal suo concittadino.

Bobo Rondelli sarà all’Antico Caffè San Marco con Roberto Pisoni (direttore di Sky Arte HD) e Marco Porotti (regista) lunedì 19 alle ore 10.45.

Anche nel 2015 il progetto di programmazione streaming in partnership con MYmovies.it. L’offerta streaming è caratterizzata da una ricca selezione di titoli del programma ufficiale disponibile gratuitamente sulla piattaforma MYMOVIESLIVE!solo per i primi 300 utenti che ne faranno richiesta. Un’opportunità speciale per consentire al pubblico di seguire anche a distanza la ricca programmazione del Festival, oltrepassando i limiti territoriali della manifestazione.

Mentre sta terminando la proiezione speciale deIL VIAGGIO DI MARCO CAVALLO di Erika Rossi e Giuseppe Tedeschi sulla rivoluzione basagliana, per quest’oggi, domenica 18, segnaliamo alle ore 14.30 la passeggiata cinematografica (iscrizioni via e-mail guestservice@alpeadriacinema.it) e dal pomeriggio i tre film italiani del Premio Salani: THE PERFECT CIRCLE di Claudia Tosi, SECONDA PRIMAVERA di Francesco Calogero e FRASTUONO di Davide Maldi, tutti in proiezione al Teatro Miela. Mentre alle 20 in Sala Tripcovich verrà proiettato OBCE CIAŁO (Foreign Body) di Krzystof Zanussi.

Tutto il programma su www.triestefilmfestival.it.

Grand Budapest Hotel

Grand Budapest Hotel è l’ultima opera del visionario regista Wes Anderson, che dopo i Tenenbaum e Moonrise Kingdom (per citarne due), ci racconta una favola ispirata alle opere di Stefan Zweig.

Grand Budapest Hotel

Parla della vita di Gustave H, un concierge appassionato di letteratura romantica, che lavora nel leggendario Hotel nella Repubblica di Zubrowka all’inizio del ‘900, e di quello che diventerà il suo migliore amico, Zero Moustafa, uno dei dipendenti più giovani dell’Hotel. La storia inizia con la morte di un’anziana ricchissima e prosegue con il furto e il recupero di un dipinto rinascimentale inestimabile e la battaglia per l’enorme eredità della defunta, tra il tetro figlio e l’eccentrico concierge.

Non è un caso che questo film sia stato scelto per aprire il Festival Internazionale del Cinema di Berlino! Ha un cast d’eccellenza, fotografia e costumi curatissimi, ambientazioni che vanno dal dark gotico fino al Liberty e una trama davvero avvincente, tra flashback e colpi di scena!

Visitate il sito ufficiale del film per avere maggiori informazioni e poter vedere alcune clip del film.

Il cast:

Ralph Fiennes: M. Gustave
Tony Revolori: Zero Moustafa, giovane
Saoirse Ronan: Agatha
Bill Murray: M. Ivan
Edward Norton: Henckels
F. Murray Abraham: Zero Moustafa, anziano
Harvey Keitel: Ludwig
Jude Law: Giovane scrittore
Tilda Swinton: Madame D.
Jason Schwartzman: M. Jean
Willem Dafoe: Jopling
Léa Seydoux: Clotilde
Owen Wilson: M. Chuck
Adrien Brody: Dmitri
Tom Wilkinson: Autore
Bob Balaban: M. Martin
Mathieu Amalric: Serge X.
Jeff Goldblum: Kovacs